Ecografie (diagnostica per immagini)

L’ecografia è un’indagine utilizzato in medicina per effettuare diagnosi di determinate patologie, ma utilizzato anche per valutazioni prettamente fisiologiche, ad esempio in ambito ginecologico per monitorare l’integrità funzionale dell’apparato genitale femminile.
Questa metodica diagnostica si basa sull’emissione di ultrasuoni, che attraversando un dato tessuto o organo, ci danno un immagine utile per stabilire lo stato di salute dell’organo stesso.

L’ecografia ha una storia di circa due secoli: gli studiosi hanno osservato l’utilizzo che alcune specie animali fanno degli ultrasuoni, sia per orientarsi durante le ore notturne, sia usati come ecolocalizzazione della morfologia di prede o dell’ambiente circostante. Lo stesso meccanismo dell’ecografia veniva e viene tuttora impiegato nei sonar, apparecchi ancora all’avanguardia per le navi.

ecografie

Oggi l’ecografia viene utilizzata per procedure terapeutiche mini invasive ed è considerata come esame di base o di filtro. Viene adoperata in più campi di azione, come in ambito chirurgico, ostetrico ed internistico.
È una tecnica relativamente economica ed efficace, ma soprattutto utilizzata perché, a differenza di altre indagini come la radiografia o la TAC, e’ del tutto innocua per il paziente che vi si sottopone, dato che non utilizza radiazioni ionizzanti (ma ultrasuoni), ed è molto sensibile per la diagnostica delle patologie a carico dei tessuti molli.

L’unico inconveniente di questa indagine è il fatto che e’ operatore-dipendente, in quanto necessita di una figura professionale specializzata, che abbia particolari e sviluppate capacità manuali, diagnostiche di osservazione e una grande esperienza clinica in fatto di immagini. Il Poliambulatorio Filippini offre un personale altamente specializzato in materia, strutture e macchinari all’avanguardia, che permetteranno un esame efficace e tempestivo come l’ecografo in 3D

La più recente avanguardia dell’ecografia è sicuramente l’avvento del 3D, un metodo che permette l’acquisizione di un volume di tessuto, a differenza della classica immagine bidimensionale. Questo è importante perché permette di esaminare un organo, un tessuto o una sezione del corpo nella sua interezza tridimensionale, aggiungendone anche la componente del movimento in un determinato spazio, come quello del feto nel liquido amniotico o del cuore.

Dal punto di vista clinico, l’ecografia è impiegata nella diagnostica di alcune patologie come quelle a carico della tiroide, della mammella. Utilizzata a livello addominale per ottenere una valutazione organica e funzionale di organi quali fegato, colecisti, dotti biliari, pancreas, milza. Utilizzata anche per alcune problematiche urologiche o renali, come lesioni cistiche che interessano il parenchima renale o affezioni a carico della vescica, prostata o presenza di calcoli nel distretto urinario.

Particolari ecografie (Doppler) sono impiegate anche nella diagnosi di patologie dei vasi arteriosi come placche, dissecazioni, stenosi o aneurismi (soprattutto se consideriamo strutture vascolari importanti quali l’aorta e i suoi rami principali). Per cui l’esame ecografico rappresenta un importante mezzo per i medici specialisti perchè potrebbe dare diagnosi di certezza di patologie ipotizzate, o semplicemente essere utilizzato per effettuare test di screening. Insomma un’indagine non invasiva, a costi minimi, raccomandata per lo studio diagnostico.

Richiedi informazioni, siamo a disposizione per qualsiasi richiesta