Visita podologica

Visita podologica

Se conoscessimo l’importanza dei piedi per il nostro benessere, saremmo molto attenti nello scegliere a chi affidarli, dalla semplice cura di un callo sino alle patologie più complesse. Per questo è bene sapere che l’unico professionista abilitato a trattare i piedi di bambini, adulti ed anziani è il podologo. (D.M. 666, del 1994)

podologo

Chi è il podologo?

Il podologo è laureato in podologia e il suo ruolo spazia dal trattamento delle callosità alle medicazioni avanzate del piede diabetico e vascolare. Interviene in casi di unghie incarnite e realizza apparecchi per la correzione ungueale e ortonissie. Realizza plantari per correggere posture e cammino dolorosi e ortesi in silicone atte ad alleviare situazioni di dolore come ad esempio nelle dita a martello o griffe. Effettua inoltre visite cliniche del piede per individuare le alterazioni funzionali, le zone di sovraccarico e i difetti di postura e di deambulazione. Il podologo svolge anche un ruolo di prevenzione e di informazione nei confronti di quei pazienti che soffrono di patologie dismetaboliche come il diabete e agisce in concreto con il medico curante.

La podologia è l’arte sanitaria che studia, previene e cura i problemi del piede.

Patologie trattate:

  • UNGHIA INCARNITA (onicocriptosi) = l’intervento podologico deve essere rapido per evitare che l’infezione degeneri e si formi un granuloma. Il podologo effettuerà dei controlli periodici fino alla completa guarigione. È importante conclusa la fase acuta svolgere un ruolo d’educazione del paziente, insegnandoli il corretto taglio dell’unghia. Infine in caso di asportazione della specula ungueale è consigliato rieducare la forma della lamina attraverso ortonissie (apparecchio ungueale) o onicoresina (ricostruzione ungueale).
  • PIEDE DIABETICO = Il podologo anzitutto valuta le anomalie cutanee , le deformità del piede, l’alterata sensibilità , i possibili difetti d’appoggio , le ipercheratosi e gli eventuali danni provocati da calzature non idonee. Fondamentale è poi un taglio corretto delle unghie che, se non fatto da un professionista, può presentare dei rischi. È compito del podologo trattare le callosità, realizzare delle ortesi di silicone per proteggere la cute o dei plantari per migliorare l’appoggio del piede. In caso sono già presenti ulcere il podologo in collaborazione con il medico curante può effettuare delle medicazioni avanzate.
  • IPERCHERATOSI,CALLI,DURONI E OCCHI DI PERNICE = In questi casi il trattamento podologico consiste nell’asportazione dell’eccesso cheratosico ( pelle dura ) con una successiva medicazione atta a proteggere la zona dolente. Inoltre con un’opportuna visita verranno consigliati al paziente calzature adatte, plantari o ortesi digitali, tutte con lo scopo di diminuire o eliminare il conflitto che ha causato la callosità.
  • PATOLOGIE VARIE COME: DITA A MARTELLO, VERRUCHE, ONICOMICOSI, ECC…

 Il podologo esegue PLANTARI SU MISURA.

 

Richiedi informazioni, siamo a disposizione per qualsiasi richiesta