Elettroterapia antalgica tens e diadinamica

Elettroterapia antalgica

L’elettroterapia antalgica è una delle tecniche fisioterapiche più usate e apprezzate per il trattamento di affezioni muscolari, dolorose e nervose, sciatalgia, cruralgia, nevralgie, rachialgie, periartriti e malattie per cui non è possibile sfruttare i benefici dei farmaci.

Le correnti antalgiche di uso più comune sono le TENS e la diadinamiche che sfruttano le correnti elettriche variabili per il trattamento del dolore in modo efficace.

elettroterapia antalgica

Il termine inglese “tens” vuol dire “stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi“: questa tecnica infatti sfrutta le scariche elettriche per stimolare i nervi per via cutanea. In che modo agisce?
Basta sottoporre la parte del corpo da trattare al passaggio di corrente elettrica (regolata con specifiche caratteristiche di intensità, tensione e lunghezza d’onda). Sulla zona dolorante vengono applicati degli elettrodi, i cui microimpulsi eccitano soltanto le fibre nervose della sensibilità tattile situate sotto la pelle.

Gli elettrodi hanno polarità diverse: quelli negativi vanno posizionati sul punto dal quale parte il dolore, mentre quelli positivi vengono applicati all’estremità della zona in cui il dolore si irradia. In generale la stimolazione si avvale di impulsi con frequenze che vanno dagli 8 ai 150 Hz.

Quali sono gli effetti?

Le correnti Tens hanno un forte effetto analgesico che dipende da diversi vari fattori: l’eccitazione selettiva delle fibre nervose con conseguente inibizione dei neuroni spinali implicati nella trasmissione dolorosa, il rilascio di endorfine e l’attenuazione della tensione muscolare. Le correnti diadinamiche sono elettroterapie antalgiche che come le Tens agiscono sulle fibre nervose sensitive per favorirne la liberazione di endorfine. Sono correnti unidirezionali ed emisinusoidali a bassa frequenza indicate per il trattamento di casi di tendinite, per i postumi dolorosi di traumi articolari e per algie muscolari.

L’elettroterapia antalgica diadinamica stimola l’attività metabolica della muscolatura, inducendone un aumento del flusso sanguigno (grazie alla vasodilatazione periferica) e di conseguenza una migliore ossigenazione dei tessuti.

Chi può sottoporsi alle elettroterapie antalgiche tens e diadinamica?

Tutti, tranne le donne in stato di attesa, per i pazienti portatori di pacemaker, per i soggetti epilettici, quelli con ulcere e per coloro con reazione allergica accertata alla corrente.

Richiedi informazioni, siamo a disposizione per qualsiasi richiesta