Visita ortopedica

A cosa serve una visita ortopedica

La visita ortopedica si concentra sulla salute dell’apparato locomotore (ossa, articolazioni e muscoli), sia a seguito di un trauma, che in condizioni normali di dolore. La visita viene eseguita da uno specialista in ortopedia. Il Poliambulatorio Filippini mette a disposizione dei pazienti i migliori professionisti per risolvere questo tipo di problematiche. E’ anche possibile che l’ortopedico esegua immediatamente esame ecografico durante la visita ortopedica a completamento della valutazione.
Una visita ortopedica consente di analizzare la struttura e la funzionalità del sistema locomotore e diagnosticare eventuali patologie a carico degli arti, superiori o inferiori, e della colonna vertebrale (dolori alla spalla, alla mano o al polso, all’anca, al ginocchio, al piede o alla caviglia sono i sintomi più frequenti per disturbi di questo tipo). La visita prevede un’anamnesi completa con la raccolta di dati utili ad inquadrare la situazione clinica del paziente.

Il medico farà quindi una serie di domande per capire i sintomi, eventuali altri disturbi, lo stile di vita, il lavoro svolto, lo sport praticato e ogni informazione utile a costruire la cartella clinica. Segue la visita vera e propria, con esame obiettivo del paziente che mira a valutare la salute dell’apparato locomotore e le sue funzioni. Vengono valutati quindi i movimenti, i riflessi, la forza muscolare, ma anche la postura.

Al termine della visita ortopedica lo specialista potrà prescrivere eventuali altri accertamenti come una radiografia, una TAC, una risonanza magnetica o un esame ematochimico. Il paziente che si reca per la prima volta da uno specialista in ortopedia, deve portare con sé analisi o accertamenti diagnostici precedentemente svolti. Il compito dell’ortopedico e’ soprattutto quello di consigliare al paziente eventuale intervento chirurgico o conservativo.

Ci sono delle categorie di persone che dovrebbero, di norma, sottoporsi a controlli ortopedici di routine. Ad esempio gli sportivi, o chi conduce una vita molto sedentaria, e gli anziani.

Anche nel caso in cui non si soffra di un disturbo vero e proprio esistono, tuttavia, dei campanelli d’allarme che rappresentano una spia importante per eventuali futuri problemi a carico del sistema muscolo-scheletrico. Si tratta di dolori articolari, di dolori all’anca o al ginocchio, ai piedi, ma anche della deformità delle dita dei piedi (alluce valgo) della difficoltà di eseguire normali movimenti di apertura con le braccia e le spalle.

Richiedi informazioni, siamo a disposizione per qualsiasi richiesta