Visita pneumologica

Visita pneumologica in cosa consiste

La pneumologia è una branca della medicina che si occupa di tutto ciò che concerne l’apparato respiratorio (broncopneumopatie), ma anche alterazioni a livello sistemico che potrebbero compromettere la normale attività funzionale dell’apparato respiratorio. La pneumologia impegna tantissimi professionisti nello studio e nella cura di quelle che sono le malattie respiratorie croniche, molto diffuse nel mondo occidentale, come asma bronchiale e broncopneumopatie croniche ostruttive (BPCO), tra cui bronchite cronica ed enfisema.

La visita pneumologica deve essere eseguita in una struttura ospedaliera o privata, solo da personale specializzato. Non esiste una preparazione specifica alla visita, ma è necessario che il paziente abbia documentazione necessaria per permettere al medico di inquadrare il problema. La visita prevede: l’analisi di valutazione per l’eventuale presenza di malattie a carico dell’apparato respiratorio, la valutazione di terapie, oppure la possibilità di indirizzare il paziente presso diverse strutture o figure professionali più specifiche.

visita-pneumologica

La visita pneumologica inizia con l’anamnesi, durante la quale il medico raccoglie dati relativi al paziente, con l’obiettivo primario di capire quali siano le motivazioni che lo abbiano spinto a richiedere un parere,(anamnesi patologica prossima). Secondariamente ricostruisce la sua storia clinica (anamnesi patologica remota), indagando gli aspetti particolari dello stile di vita, come l’alimentazione, l’attività motoria, il consumo di alcool o fumo, l’assunzione di farmaci,o se ci sono patologie  dell’apparato respiratorio tra i familiari.

Raccolti tutti i dati relativi del paziente il medico potrebbe anche decidere di indirizzare il paziente verso altre figure professionali: non di rado lo alcune malattie psicologiche, come l’ansia generalizzata, la depressione e gli attacchi di panico, possono indurre alterazioni a carico dell’apparato respiratorio. Successivamente lo pneumologo procederà con l’esame obiettivo, che consiste principalmente (in pneumologia) nell’ispezione, percussione e auscultazione, tramite stetofonendoscopio.

L’obiettivo di questo esame è quello di valutare l’aspetto generale del paziente, nello specifico il torace, e di ascoltare, attraverso lo strumento, fenomeni acustici dei polmoni, come respiro bronchiale e murmure vescicolare. L’esame clinico può permettere al medico di dare immediatamente una terapia, oppure può essere necessario un iter diagnostico ulteriore (spirometria o radiografie del torace ecc.). E’ bene tener presente che bisogna procedere con cautela con gli esami diagnostici, non tutti privi di rischi e soprattutto prescriverli solo se strettamente necessario. Nessun paziente si reca direttamente da uno specialista in pneumologia, ma solitamente verrà indirizzato ad una visita pneumologica dal suo medico di base.

Il Poliambulatorio Filippini mette a vostra disposizione lo specialista pneumologo. Il personale, che lavora a stretto contatto con i pazienti è altamente professionale. In presenza di sintomi e campanelli d’allarme, quali facile affaticabilità, difficoltà nella respirazione, dolori o sensazione di pressione al torace, tosse prolungata nel tempo, affanno a riposo, espettorazioni con presenza di sangue, apnee notturne, è bene richiedere un parere pneumologico.

Richiedi informazioni, siamo a disposizione per qualsiasi richiesta