Esercizi isometrici: cosa sono?

Esercizi isometrici

Gli esercizi isometrici consistono nell’effettuare contrazioni muscolari statiche. Tale pratica è atta ad allenare i muscoli mantenendoli in uno stato di immobilità, senza pertanto sottoporli ad allungamenti e senza affaticarli con lo spostamento di un carico. Con la ginnastica isometrica le fibre muscolari vengono potenziate basandosi unicamente sulla logica della contrazione che viene svolta con molta semplicità opponendo resistenza contro un pavimento, un muro o un qualsiasi punto d’appoggio. Di conseguenza questo tipo di esercizio non richiede luoghi particolarmente spaziosi o attrezzature di alcun tipo, ma si può mettere sempre in pratica in modo estremamente agevole.
L’efficacia degli esercizi isometrici si ottiene in base alla durata delle contrazioni che determineranno la buona riuscita dell’allenamento, compatibilmente con le proprie esigenze e gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Cosa sono gli esercizi isometrici e come si svolgono

Gli esercizi isometrici si rivelano molto efficaci per ottenere forza e resistenza. Questo tipo di allenamento non è concepito per aumentare la massa muscolare ma serve ad attivare e tonificare anche le fibre più profonde per intensificarne la potenza. Buona parte degli esercizi isometrici hanno acquisito una certa popolarità nel corso del tempo, poiché si tratta di un tipo di ginnastica che si può praticare comodamente in casa e non richiede ne’ molto spazio ne’ attrezzi. Gli esercizi isometrici si svolgono a corpo libero, da fermi.

La ginnastica isometrica consta di un’ampia gamma di esercizi che a seconda dell’occorrenza possono soddisfare diverse tipologie di applicazioni in ambiti diversi tra loro. Alcuni esercizi se eseguiti nel modo corretto possono essere considerati una delle migliori abitudini per mantenersi tonici e vitali, a prescindere dall’età e dal tipo di attività svolte. Fare affondi: per svolgere questo esercizio mettere una gamba in avanti ed effettuare un piegamento del ginocchio ponendolo ad angolo retto. Tendere l’altra gamba all’indietro e mantenere la posizione per un certo periodo di tempo che può variare in base al vostro livello di preparazione atletica. Ripetere lo stesso esercizio invertendo le gambe.

Allenare i pettorali: sdraiarsi con il volto verso il basso e sollevarsi facendo leva sulle braccia, avendo cura che i palmi delle mani siano allineati alle spalle. Tale esercizio isometrico oltre a rendere tonici i pettorali, risulta efficace anche per rendere più forti le braccia. Esercizio isometrico per gli addominali: sempre secondo il principio dell’immobilità che caratterizza questo genere di esercizi, sdraiarsi sollevando le gambe ed il busto, tenendo le punte dei piedi perfettamente aderenti al pavimento e ponendo i gomiti a terra. La posizione va mantenuta per un periodo di tempo che sia sufficiente a favorire una adeguata contrazione muscolare.

Esercizio per il collo: Gli esercizi isometrici possono giovare anche a questa delicata parte del corpo rafforzandone la struttura muscolare. la testa va piegata con delicatezza da una parte e con una mano posta dal lato opposto si va ad esercitare una leggera pressione. Ripetere la stessa procedura invertendo la posizione. Allenare i glutei grazie all’isometria: Posizionarsi carponi con mani e ginocchia posizionate sul pavimento. Stendere una gamba e sollevare la pianta del piede verso l’alto cercando di mantenerla immobile. Ripetere il medesimo esercizio invertendo la gamba.

I benefici della ginnastica isometrica

I vantaggi che si possono trarre dagli esercizi isometrici sono davvero molti. In primo luogo coloro che si sottopongono con una certa costanza a questo genere di esercizi riscontrano importanti risultati in termini di forza muscolare e resistenza. Poi vi è anche un importante miglioramento della circolazione del sangue, fattore basilare per sentirsi sempre in piena forma. Inoltre la disciplina che questi esercizi richiedono, fanno si che nel tempo la postura del corpo diventi sempre più corretta ed armoniosa. Altri punti a favore vanno ascritti alla possibilità di svolgere gli allenamenti da seduti, in momenti diversi della giornata e pressoché in qualunque situazione.

Tali attività risultano anche molto appropriate per le fasi di riabilitazione, per ovviare alle problematiche derivanti da un lungo periodo di sedentarietà o risolvere alcune criticità post-infortunio sotto la supervisione di un fisioterapista. Naturalmente prima di effettuare lunghe sessioni di esercizi isometrici è importante sapere che qualora soffriate di infiammazioni tendinee diffuse o mal di schiena è buona norma consultare uno specialista affinché possa preparare per voi un piano di esercizi personalizzati, idonei per il vostro specifico caso.

Esercizi isometrici riabilitativi

In quali contesti della riabilitazione la ginnastica isometrica è efficace? Indubbiamente sono davvero molteplici i casi in cui l’isometria può risultare fondamentale.
Ecco alcuni esempi:

  • riabilitazione dei pazienti provenienti da un intervento di ricostruzione del crociato anteriore o posteriore.
  • riabilitazione post meniscectomia artroscopica, che consiste nella rimozione di una parte del menisco che ha subito una lesione.
  • ginnastica riabilitativa per i pazienti sottoposti a sutura meniscale
  • esercizi atti a risolvere o ridurre le problematiche inerenti la sindrome femoro-rotulea

Inoltre gli esercizi isometrici riabilitativi hanno luogo anche in caso di distorsione della caviglia, artrosi dell’anca, lesioni, artroscopia e artroprotesi di spalla.

Share: