Esercizi posturali da fare in vacanza

L’importanza degli esercizi posturali

Quando si parla di postura corretta, erroneamente si pensa che basti rimettere la colonna vertebrale in posizione eretta ed evitare ogni problema che causi mal di schiena o altri fastidi. In realtà questo aspetto è totalmente sbagliato, perché nel nostro quotidiano facciamo tantissimi movimenti che spesso sono errati e influiscono nel dare, alla nostra postura, un’andatura completamente alterata.

Questo succede perché si ha una percezione totalmente errata dei movimenti del corpo e spesso si tende a sforzarlo in maniera eccessiva, o addirittura a tenerlo per tante ore in posizione statica e sbagliata, come ad esempio in ufficio o con il collo costantemente curvo, guardando ripetutamente e per lungo tempo il nostro smartphone.

Questi movimenti, che per molti sono quotidiani e usuali, sono entrati a far parte delle proprie abitudini e possono causare un’ampia gamma di disturbi che, se non corretti, possono portare a conseguenze molto spiacevoli.

Tutti questi fattori hanno reso indispensabile l’adozione di uno stile di vita diverso, specialmente facendo riferimento ad esercizi posturali mirati che, con una vera e propria ginnastica posturale, donano ampi benefici al corpo e ai giusti movimenti, garantendo netti miglioramenti della mobilità delle articolazioni, aumentando l’elasticità dei muscoli.

I più comuni disturbi legati al mal di schiena, al tratto cervicale, o anche a un banale mal di testa, sono tutti dovuti a una postura scorretta.

Quindi, ricordarsi di mantenere costantemente la colonna vertebrale allineata è sicuramente una buona abitudine, ma avvalersi di esercizi posturali specifici è sicuramente indispensabile per ottenere una postura ottimale.

Esercizi posturali in vacanza

Quasi tutti hanno dovuto affrontare, almeno una volta, il presentarsi di un fastidioso mal di schiena, spesso curato con antinfiammatori e risolto nel giro di pochi giorni. Purtroppo, questo fenomeno tende sempre a ripresentarsi e questo succede perché non basta curare un dolore, ma occorre principalmente prevenirlo.

Anche se le vacanze sono sinonimo di riposo, si possono verificare delle situazioni che arrivano a far emergere, o addirittura a peggiorare, i problemi legati ad una cattiva postura. Capita, infatti, che per recarsi in un luogo di vacanza, si percorrano svariati km in auto o in altri mezzi di trasporto, oppure che si indossino calzature tipicamente estive che possono sembrare comode e che invece contribuiscono a favorire una postura errata.

Anche le azioni più banali, come lo sdraiarsi per ore sui lettini da spiaggia, alzare le valigie, cambiare il letto della propria abitazione di vacanza o anche la semplice e prolungata esposizione all’aria condizionata, rappresentano movimenti che, magari, nel quotidiano non siamo abituati a fare e che in vacanza si ripetono in un unico e preciso lasso di tempo.

Tutto questo può portare alla comparsa o alla riacutizzazione del mal di schiena, evitabili mettendo in pratica pochi ma pratici consigli. E’ buona abitudine, quando si viaggia in auto, di regolare in maniera ottimale il sedile e lo schienale, per permettere alla schiena di trovare un adeguato appoggio, mentre se si viaggia in aereo o in treno, è sempre buona abitudine portarsi dietro un cuscino da viaggio e alzarsi ogni tanto per tenere le gambe in movimento.

Quali esercizi fare in vacanza

Solitamente, per una meta estiva, si predilige il mare e quindi, durante una nuotata, è opportuno praticare lo stile dorso che permette alla schiena di controllare meglio gli sforzi ed evitare che insorgano dolori di vario tipo.

In spiaggia, invece, si possono trovare le condizioni ideali per mettere in pratica degli esercizi facili e veloci; basta sdraiarsi sul proprio telo mare e praticare dei sollevamenti delle gambe, in alternanza, favorendo un rinvigorimento dei muscoli lombari e, nella stessa posizione, sollevare il tronco per stendere meglio la colonna vertebrale, aiutando anche l’addome a rafforzarsi e a creare benefici sulla postura.

Non solo esercizi da spiaggia da sdraiati e ripetuti in varie serie, ma anche una semplice passeggiata sul bagnasciuga può garantire una serie di benefici, sfruttando i vantaggi del clima marino che è alla base della talassoterapia. Questa particolare attività, infatti, sfrutta le risorse date dal mare, ma anche dai suoi prodotti, come sabbia, alghe e così via.

Considerando, dunque, che una buona postura si ottiene quando il corpo è allineato, contrastando la forza di gravità a cui è sottoposto, tra i nemici di una corretta postura c’è sicuramente il rimanere in una posizione errata per molto tempo. In vacanza, questo pericolo si incorre con l’uso prolungato del lettino da mare, la cui classica inclinazione, spesso, non è adatta e funzionale per l’allineamento della colonna.

Questa, infatti, è soggetta ad una continua flessione, soprattutto nel tratto cervicale e quindi, nel caso del lettino, è più opportuno tenerlo completamente “appiattito” in modo da conferire un’unica posizione adeguata al corpo. E’ sempre buona abitudine cambiare spesso posizione o alzarsi di tanto in tanto per far muovere le gambe.

Vacanza è sinonimo di relax e divertimento, ma è anche una delle poche occasioni in cui abbiamo più tempo a disposizione e, quindi, sarebbe buona abitudine ritagliare del tempo esclusivamente a una serie di esercizi posturali che possano rinvigorire e riabilitare il corpo.

Quindi tra i vari consigli c’è sicuramente quello di mantenere uno stile di vita attivo: prendere il sole ma farlo anche praticando una piacevole passeggiata o, per i più temerari, una corsa, specie nelle ore più fresche della giornata, così come andare in bicicletta o fare sport acquatici.

Inoltre, sarebbe anche una buona abitudine quella di approfittare di qualche professionista che lavori nella struttura presso la quale si soggiorni, per effettuare degli esercizi mirati e corretti, senza trascurare lo stretching per l’allungamento e il rinforzo dei muscoli stabilizzatori.

Altra componente fondamentale è quella dell’idratazione; bere spesso e consente alla fascia di mantenersi elastica e in funzione. Da evitare il più possibile gli sbalzi termici; spesso nei luoghi di vacanza, nei mesi più caldi, il passaggio tra gli ambienti dotati di aria condizionata e temperatura calda e afosa all’esterno, può compromettere sensibilmente le articolazioni.

Chi invece non riesce a praticare movimenti eccessivi e a fare sport nelle giornate calde, può optare per il pilates, una disciplina perfetta da praticare in spiaggia, magari nel tardo pomeriggio o nelle prime ore della mattinata, e che non richiede eccessivo sforzo fisico.

Il pilates, infatti, attraverso una serie di semplici movimenti, rinforza e tonifica il corpo, lavorando sui muscoli posturali profondi e garantisce il mantenimento di una corretta postura. Se poi lo stress psicologico e fisico arriva a livelli insopportabili, effettuare yoga potrebbe essere il compromesso giusto per unire dei movimenti lenti e costanti, che favoriscano l’allungamento di tronco, braccia e gambe e che allo stesso tempo apportino positivamente pace ed equilibrio alla propria psiche.

Tutti questi consigli sono di un’importanza fondamentale, perché gli esercizi posturali possono contribuire ad evitare i sintomi che nel tempo possono provocare mal di schiena e dolori di vario genere.

Share: